Val Tidone e Val Trebbia
Emilia

Val Tidone e Val Trebbia

By
on
aprile 7, 2020

L’itinerario tra la Val Tidone e la Val Trebbia si immerge nella natura di queste due vallate portandoti anche a scoprire alcuni castelli e borghi storici. Non mancano un paio di brevi ma divertenti sterrati e di salite.

Il percorso parte a 300 mt. e segue per un tratto la Sp34 nella stessa direzione in cui scorre il torrente Tidone superando il castello Corticelli. A Trevozzo lasciamo la strada provinciale per attraversare il Tidone ed entrare nel piccolo borgo di Pianello.

All’uscita si imbocca un divertente sterrato che taglia i campi e attraversa il torrente Chiarone. Il territorio della Val Tidone è prettamente collinare. In salita superiamo Montecanino e sopra spunta il Castello della Boffalora con le sue torri ben conservate e proseguiamo in Val Luretta. Eccoci a Agazzano che vanta un maestoso castello affiancato da un’altrettanta suggestiva rocca.

 

Val Tidone e Val Trebbia
Val Tidone e Val Trebbia
Val Tidone e Val Trebbia
Val Tidone e Val Trebbia
Val Tidone e Val Trebbia
Val Tidone e Val Trebbia

 

Da  Gazzola si prende una strada comunale che conduce al castello di Rivalta, in Val Trebbia. L’itinerario prosegue fra colline di vigne. Oltrepassiamo il castello di Statto e giungiamo a Donceto  scendendo fino al Trebbia. A Perino riprendiamo l’itinerario lungo il Trebbia mantenendoci leggermente in quota. Seguono Palazzo Torre e Ponte Sotto poco oltre il quale la strada secondaria finisce sulla principale. Deviamo verso Mezzano Scotti, una frazione di Bobbio.

Su uno sperone roccioso  sorge Brugnello, un piccolissimo borgo che dalla sua posizione sembra controllare il paesaggio sottostante. Marsaglia si trova poco più avanti. Il nostro itinerario lascia Ponte Organasco e il Trebbia in direzione della provincia di Pavia e del Passo Brallo. La strada per il valico, lunga 14 km, è un gomitolo di tornanti che risalgono la montagna collegando la Val Trebbia con la Valle Staffora.

Dal passo si giunge a Brallo di Pregola dove si può decidere se scendere nella vera e propria Valle Staffora. Saliremo poi la via del Passo Scaparina, poco battuta e piuttosto selvaggia. La strada riprende quindi a salire mostrandoci i verdeggianti pendii che contornano la valle Staffora. Dal Passo Scaparina è la strada continua, a tratti pianeggiante e a tratti in discesa, fino ad entrare nell’area pavese della Val Tidone.

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.