Traversata degli Appennini
Emilia TAP Toscana

Traversata degli Appennini

By
on
giugno 9, 2020

La Traversata degli Appennini da nord a sud. Si parte dal Passo Penice uno dei passi più amati dai motociclisti della zona. A volte troppo trafficato.

Arriviamo a Bobbio per ammirare lo stupefacente Ponte Gobbo. Risalendo la SP16 inizia il nostro viaggio dell’itinerario che ci porterà verso sud e il primo approccio con l’Appennino emiliano. Attraversiamo piccoli borghi arroccati lungo la SP57  e ci concediamo anche alcune deviazioni in fuoristrada  prendendo il sentiero da Monte Aserei e lungo la provinciale 57.

 

Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini

 

Lo spettacolo ci attende a Bardi con la sua imponente fortificazione sulla cima di una rupe. Dalla provincia di Piacenza entriamo nella provincia di Parma. Una valle circondata da alte montagne. Dopo Borgo di val di taro si riparte seguendo il fiume Taro verso Berceto, stiamo per entrare nel parco nazionale dell’Appennino tosco – emiliano. Rientriamo veloci sulle nostre strade per riprendere i nostri tornanti che sembra non debbano finire mai.

Lungo il nostro percorso incontreremo altri luoghi bellissimi come lo splendido monte Cimone o il parco dei laghi di Suviana e di Brasimone. Corriamo nella SP40 che inoltrandosi nel parco verso Corniglio regala viste mozzafiato verso le brughiere di mirtillo. Siamo nella patria del Parmigiano Reggiano. La provincia di Reggio Emilia ci regala lo spettacolo della Pietra di Bismantova che appare all’improvviso  lungo la Statale 63. Sotto di noi il fiume Secchia.

 

Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini
Traversata degli Appennini

 

La provincia di Modena è piena di curve. Si continua a salire verso Piandelagotti immergendosi dentro foreste di abeti. Da qui già si scorge la cima del monte Cimone. Il Passo della Futa e il Passo della Raticosa sono le nostre nuove mete. Pian piano ci avviciniamo alla Romagna. Proseguendo su strade e stradine in un paesaggio pieno di colori. Ci apprestiamo ad affrontare gli ultimi tratti dell’appennino  tosco-romagnolo che ci porterà sino al mare. Curve e tornanti stretti continuano davanti a noi.

Il nostro viaggio sta per terminare con le ultime curve in direzione Marradi. Da qui ci aspetta San Benedetto in Alpe, un piccolo borgo dentro il Parco nazionale delle foreste casentinesi ai piedi del Muraglione fatto di tornanti pieni d’emozioni. A San Godenzo si respira aria di Romagna e poi a Forlì per lo strappo finale sul breve rettilineo sino a Rimini.

Un viaggio unico che ci fa conoscere i territori di una regione tra le più belle d’Italia.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.