Vaud
Svizzera TAP

Svizzera – Vaud

By
on
26 febbraio 2019

Un giro nell’Ovest della Svizzera nel Cantone Vaud. Molto adatto ad una guida rilassata in moto, soffermandoci in luoghi sconosciuti e poco frequentati o nelle aspre montagne dei Les Diablerets: le montagne del diavolo.

Il giro può partire dal Passo del Gran San Bernardo. Alle 8.00 di mattina il passo era completamente immerso nella nebbia e non si riusciva neanche a vedere il lago.

Attraversato Martigny si arriva poi a Bex  (si possono visitare le saline) per poi procedere con una piacevole strada verso  Villars-sur-Ollon che ci  porterà  al Col de la Croix (Cantone Vaud). Siamo attorniati dai vigneti ed attraversiamo diversi caratteristici paesini. La strada è immersa nel verde splendente che è una costante i questa parte della Svizzera.

Vaud 21
Vaud 15
Vaud 19
Vaud 14
Vaud 11
Vaud 05
Vaud 04
Vaud 98
Vaud 96
Vaud 42
Vaud 38
Vaud 37
Vaud 34
Vaud 33
Vaud 31
Vaud 29
Vaud 22
Vaud 27

Arriviamo a  Les Diablerets e  dopo raggiungiamo il Col du Pillon (Cantone Vaud).  Punto di partenza per escursioni e gite sciistiche.

Dopo Saanen imbocchiamo per il Abländschen (Cantone Berna). E’ un passo minore ma la strada che lo attraversa ci porta all’interno di una valle solitaria e splendida. La strada è stretta ma mai tortuosa cosa che ci permette di godere dei panorami circostanti.

Entriamo nel Cantone di Friburgo. Siamo nella zona del Gruyère. Se abbiamo un po’ di tempo possiamo visitare il castello della città omonima. Scendiamo con una strada dolce e collinare anche se leggermente trafficata.

Dopo Rossiniére la strada poi diventa molto più divertente e raggiungiamo  quindi il Col de Mosses anche questa punto di partenza per attività escursionistiche o passeggiate naturalistiche.

Arriviamo poi a Aigle (museo del vino) per riprendere la strada verso Martigny. Da qui la scelta per ritornare dalla medesima strada e passando per il Col de Champex (molto bello) o scendere dal Passo del Sempione.

Questo giro è facilmente abbinabile a quello del Vallese Sterrato e Sanetesch. Prendendosi 3-4 giorni si possono poi visitare con calma le attrazioni che in questa regione non mancano.

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT