Appenzello
Svizzera TAP

Svizzera le strade della storia e dell’arte

By
on
novembre 13, 2018

Volete vedere una Svizzera diversa? Andiamo nei cantoni di San Gallo e Appenzello. Visiteremo Abbazie, città con case dipinte e il “verde svizzero” ci accompagnerà dovunque.

Entriamo in Svizzera attraverso il Passo del San Bernardino. Evitiamo accuratamente l’autostrada per immergersi nel susseguirsi nervoso delle curve che ci conducono al passo.

san bernardino

Attraversiamo il Parco del Beverin su una strada secondaria e poco battuta per arrivare a Thusis.

Attraverso una strada veloce ma è possibile fare un tratto defaticante di autostrada raggiungiamo Bad Ragaz. Ci aspetta adesso il Kunkelspass. La strada è percorribile tramite un pedaggio di 10 euro da pagarsi in loco o tramite una app (e24 sms su google play). Ne vale assolutamente la pena.

Strada a tratti sterrata con attraversamento di strette gallerie scavate nella roccia. Scatenate la macchina fotografica.

kunkels

kunkels

kunkels

 

Saliamo a Maienfeld la patria di Heidi. Il villaggio di Heidi riporta i visitatori al tempo in cui è nato questo famoso racconto per bambini, mentre il sentiero di Heidi conduce alla casa di Heidi e all’alpe di Heidi attraverso un paesaggio idilliaco.

heidi

Attraversiamo il passo del Luzisteig che ci porterà a Vaduz nel Lichtenstein. Passando oltre questa assonnata città finanziaria approdiamo al borgo di Werdenberg con il suo castello ed il caratteristico centro storico che meritano una visita.

Schloss Werdenberg

Tramite una cantonale scorrevole raggiungiamo Neu Sankt Johann nel cantone San Gallo dove ci attende lo splendore dello Schwagalp. Ci offre il panorama del Santis la montagna più alta delle regione e che fa da porta per il cantone Appenzello.

Schwägalp

Il cantone Appenzello meriterebbe una trattazione a parte per via della sua storia antica ma anche troppo ancorata alle tradizioni. Basti dire che le leggi si approvano in una piazza per alzata di mano.

Comunque lemme lemme arriviamo proprio ad Appenzello capitale del cantone Appenzello Interno (c’è anche quello Esterno). Le pitture delle case riccamente decorate sono un’attraente caratteristica del borgo che è assolutamente da visitare.

appenzello

Attraversiamo i passi del Holzisberg, Ruppen e St.Anton.

hoelzlisberg

st_anton

Il paesaggio è prettamente collinare dato che in Appenzello non si supera mai la quota di 900 metri.

Saliamo ancora e costeggiamo brevemente il lago di Costanza. Certo ci piacerebbe proseguire per costeggirlo ulteriormente ma sarebbe una deviazione eccessiva.

costanza

Adesso prendiamo per San Gallo con i suoi Patrimoni dell’Unesco. Una visita alla Abbazia e una passeggiata nel centro storico è assolutamente da fare.

san gallo

Adesso ci attende una strada scorrevole ma divertente che ci porta all’Hulftegg.

hulftegg

Poi una più stretta per il Schufelbergeregg.

Cambiamo cantone andiamo in quello di Glarus. Attraversiamo velocemente la capitale Glarona per raggiungere l’ultimo passo: il Klausen. Mucche in mezzo la strada, cascate che scendono dalla montagna e una strada impegnativa sono le sue caratteristiche. Una sosta in cima al passo per poi scendere ad Altdorf patria di Guglielmo Tell dove nel centro della città possiamo fare una foto ricordo davanti alla sua statua.

Adesso ci aspetta il tunnel del Gottardo e poi verso casa. Una Svizzera diversa quella nascosta da scoprire.

 

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.