Gole del Verdon
Francia

Gole del Verdon

By
on
giugno 30, 2020

Le splendide gole del Verdon formano un confine naturale tra Var e Alpes-de-Haute-Provence. Questo canyon, il più grande d’Europa, può raggiungere gli 800 metri di altezza.  Il traffico sulla strada può essere caricato in luglio-agosto. La “corniche sublime” a sud e la “route des Crêtes” a nord offrono infatti panorami  disposti su strapiombi.

Le viste più spettacolari sono: il balcone Mescla, che offre una vista panoramica della confluenza del Verdon e Artuby, il belvedere Rancoumas, che sorge a quasi 400 metri sopra l’acqua.  Fuori dal Grand Canyon, il Verdon alimenta il lago di St. Croix. Le gole poi continuano a Gréoux les Bains.

 

Gole del Verdon
Gole del Verdon

 

Castellane
Castellane offre le ricchezze del suo passato in un ambiente immenso.  Le sue strade strette e piazze con platani aggiungono al fascino provenzale di Castellane. La chiesa di Saint-Victor del XII secolo con la sua architettura interesserà gli appassionati poiché suggerisce il periodo di transizione tra romano e gotico.

Rougon
Dal suo nido d’aquila sulla strada, il piccolo villaggio di Rougon domina l’ingresso del Grand Canyon. Scoprirai qui i resti del castello feudale, la cappella di Saint-Christophe e la chiesa degli Ugonotti.

La Palud-sur-Verdon
Dopo la Crest Road, per vedere in questo villaggio il campanile romanico del XII secolo e le vestigia della primitiva chiesa e il castello e le sue quattro torri del XVIII secolo che proteggono il paese.

Moustiers-Sainte-Marie
Poco dopo l’uscita del Grand Canyon, nel bel mezzo di una scogliera tagliata nel mezzo, ecco il grazioso villaggio di Moustiers. Gli ulivi adornano le sue pendici e il resto del giacimento provenzale contribuisce alla bellezza del sito. Una cappella romanica domina il villaggio e offre una magnifica vista sul lago di St. Croix.

Riez
È una delle più antiche città provenzali ad aver conservato tante vestigia dell’inizio della nostra era. Il centro storico si apre su pittoresche strade fiancheggiate da splendide dimore.  La Grand-Rue è intrisa di un autentico ambiente medievale e da ora numerosi artigiani e ceramisti. Il XIV secolo lasciò in eredità i resti di una bella architettura militare, di cui esistono ancora parti di mura, la torre dell’orologio,

Sainte-Croix-du-Verdon
Venendo da Riez, il contrasto è sorprendente, passiamo da una terra arida al blu turchese del lago di St. Croix. Originariamente, Sainte Croix, era un antico borgo medievale fortificato con un castello del XVII secolo, ma, sfortunatamente, rimane solo la cappella costruita in precedenza. Il suo villaggio  si trova sul bordo di una piacevole spiaggia.



Lago di St. Croix

Con 2.200 ettari, Sainte Croix è il più grande lago artificiale alimentato dal Verdon. A Les Salles-sur-Verdon, un memoriale sulle rive del lago fa rivivere il sito del vecchio villaggio sommerso e una mostra fotografica che ripercorre la cronologia degli eventi. A Salles-sur-Verdon, rimanere sulla strada che scende al lago, quindi prendere la D19 per Aiguines.

Aiguines
Piccolo villaggio arroccato più di 800 metri sul livello del mare, Aiguines si affaccia sul lago di Sainte-Croix. Nella parte superiore del villaggio, vicino alla cappella Saint-Pierre, un tavolo di orientamento ha un bellissimo panorama dei dintorni.  Il castello ha quattro alte torrette con tetti ricoperti di piastrelle smaltate policrome. Nella parte superiore del villaggio, di fronte alla cappella Saint-Pierre, un tavolo di orientamento permette di ammirare il superbo panorama sul lago di Sainte-Croix e oltre l’altopiano di Valensole.
10

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.