Cilento
Campania

Cilento

By
on
marzo 17, 2020

Il Parco nazionale del Cilento è un piccolo polmone verde in Campania. La Via Silente è un itinerario  che attraversa i luoghi più caratteristici di questa regione. Iniziata sul colle di Castelnuovo Cilento.  Il percorso è quasi interamente su asfalto a parte dei brevi tratti come quello della salita al Monte Cervati, il più alto di tutta la regione Campania.

Si scende velocemente in direzione del mare attraversando Velina. Dal mare comincia la lenta risalita verso San Giovanni e poi la discesa verso Acciaroli e il mare che si raggiungono dopo circa 50 km.  Si costeggia il mare con dolci saliscendi fino a Castellabate. L’itinerario arriva a Rocca Cilento e il suo maestoso castello prima di passare dal Convento di San Francesco e approdare a Prignano. Si raggiunge poi Finocchito e lungo la strada che procede pianeggiante, si scorge il mare con l’isola di Capri. L’itinerario si addentra sempre più nel Parco Nazionale del Cilento fino a Monte Cicerale. E’ un continuo saliscendi arrivando a Trentinara, la terrazza del Cilento.

 

Cilento
Cilento
Cilento
Cilento
Cilento
Cilento

 

Da Felitto si sale ancora e ci si ritrova ad attraversare Roccadaspide dominata dal suo imponente castello risalente al XIII secolo. Si scende su divertenti tornanti avvicinandosi alle Grotte di Castelcivita. Si riprende la salita verso Controne. Il panorama sui Monti Alburni è emozionante. Lasciandosi Petina alle spalle ci si inoltra in un bosco di castagni seguendo le pendenze della strada. Dall’osservatorio astronomico inizia la discesa verso un altro bel borgo caratteristico. Superiamo Sacco iniziando l’ascesa alla Sella del Corticato (1.030 mt.). La lunga discesa verso Teggiano, il paese delle 13 chiese, regala ancora scorci indimenticabili.  A Padula è assolutamente imperdibile la Certosa di San Lorenzo, patrimonio UNESCO.

Sanza è un tipico paese del Parco nazionale del Cilento e punto di partenza per il Monte Cervati, il più alto della Campania. In alcuni chilometri si raggiunge il Colle del Pero e con lui il bivio per l’Affondatore di Vallivona. Gli scorci sul Golfo di Policastro rendono ancora più speciale questa salita. Si prosegue su suggestive strade secondarie verso Casaletto Spartano. Un lungo saliscendi di 25 km conduce fino a Santa Marina. Sempre su facile asfalto si scende entrando a Lentiscosa. Una serie di tornanti affacciati sul Mediterraneo e si arriva  Marina di Camerota.

Il paese che si raggiunge dopo qualche chilometro in salita, è la bella Pisciotta. Da Pisciotta proseguiamo seguendo la costa in direzione di Ascea. Tra saliscendi e ulivi secolari eccoci a Marina di Ascea in un parco con balconi panoramici.  La rocca di Castelnuovo Cilento ci guarda e dopo la salita finale il nostro viaggio si conclude.

 

TAGS

LEAVE A COMMENT

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.