Alto Garda Bresciano
Lombardia Strade Bianche

Alto Garda Bresciano

By
on
gennaio 21, 2020

Un percorso nell’Alto Garda Bresciano all’insegna delle strade strette sterrate e poco conosciute. Quando siamo partiti ho detto: se queste strade esistono e sono aperte mi sa che ci divertiamo.

Usciti dall’autostrada raggiungiamo Bovezzo e poi Vallio Terme. Qui saliamo a sinistra per la strada dell’Ere. La strada inizia stretta con continui saliscendi e avvallamenti.  Ci accompagna lo scorcio verso la valle sottostante. Dopo pochi chilometri vi è una deviazione sulla sinistra (si vede poco quindi fate attenzione) e qui si comincia il pezzo si sterrato. E’ una stradina immersa a tratti nel bosco. Si procede piuttosto agevolmente a parte alcuni tratti ghiaiosi che necessitano di una guida più decisa. Ma a parte questo non ci sono particolari difficoltà per una guida abbastanza esperta.

Alla fine del divertimento arriviamo a Vobarno dove imboccando la strada verso nord entriamo in Val Sabbia. Anche qui strada stretta che sale con curve e controcurve lasciandoci ammirare la valle.

A Capovalle stiamo sulla destra per entrare nel Parco dell’Alto Garda Bresciano e quindi nella Val Vestino. Qui il paesaggio cambia completamente e la strada ci regala curve più guidabili. D’obbligo una fermata sul ponte che costeggia il lago di Val Vestino.

 

Alto Garda Bresciano
Alto Garda Bresciano
Alto Garda Bresciano
Alto Garda Bresciano
Alto Garda Bresciano
Alto Garda Bresciano

 

A Novazzo ovviamente non scendiamo subito al lago di Garda ma teniamo la sinistra per salire verso Costa. Se volete qui c’è una simpatica trattoria del tipo poca spesa tanta resa. Proseguiamo fino a raggiungere Gardola.

La strada è veloce e appagante. Si comincia a vedere il panorama del lago di Grada sotto di noi. Raggiungiamo quindi il lago a Limone per poi proseguire con un breve tratto in Trentino fino a Riva del Garda. Siamo poi sul lago di Ledro. Consigliata la strada che scorre sotto il lago che è decisamente più suggestiva della noiosa statale.

Dopo Storo vi è una deviazione sulla sinistra che ci porterà al Rifugio Alpo (1.510 mt.). Questo tratto per mancanza di tempo non è stato sperimentato. Quindi provate e poi mi fate sapere. Alla fine di questa strada misteriosa ritorniamo a Capovalle per poi arrivare al Lago d’Idro.

Ancora un tratto di strada nervosa scavallando il Passo del Termine per poi scendere verso il Lago d’Iseo e prendere la via di casa. Direi un gran giro che ci fa scoprire strade suggestive a poco battute a due passi da casa.


TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.